LA CURIOSA INTERVISTA A PIERO VIAJERO

Una simpatica intervista al protagonista del primo fumetto riguardo la festa Las Fallas di Valencia

Piero Viajero Decoración

L’altro giorno passeggiando per la città di Valencia ci siamo imbattuti in un personaggio a dir poco peculiare. Abbiamo deciso di invitarlo a rispondere ad alcune nostre domande, per meglio conoscerlo e capire il significato della sua presenza a Valencia.

QUESTE SONO LE DOMANDE CHE ABBIAMO RIVOLTO A PIERO VIAJERO

Salve, signor “Piero Viajero” … curioso nome le hanno dato, può darci maggiori informazioni riguardo le sue origini?

Buondì a tutti, grazie per avermi invitato e darmi la possibilità di rispondere alle vostre curiosità … io sono un personaggio fantastico, irreale, nato dalla mente di un ragazzo italiano che si chiama Michele e che da anni vive a Valencia. Durante la sua permanenza e grazie al suo lavoro, che gli permette di stare a contatto con parecchie persone, Michele ha notato la difficoltà di molti a capire la festa Las Fallas nella sua complessità, di intendere il perché di molti eventi e comprendere il sentimento con cui viene realizzata e nello stesso tempo vissuta.

L’esigenza di Michele di creare un metodo comunicativo semplice, intuitivo e alla portata di tutti ha fatto sì che io nascessi. Ho la fortuna di essere il protagonista del primo fumetto realizzato con il fine di far conoscere la festa Las Fallas di Valencia.

Il mio nome? Bella domanda … a parte la rima tra Piero e Viajero … ciò che Michele mi ha detto è che Viajero indica la mia grande predisposizione a conoscere nuove culture e abitudini, al mio essere curioso e consapevole che la conoscenza è la base per intendere e capire, ed un mezzo per crearsi una propria opinione. E “Piero”, credo sia riferito ad una relazione di affetto che ha Michele con un suo amico, ma non ha mai voluto spiegarmi bene la sua scelta.

Originale! Da quel che abbiamo capito, Michele riesce a descrivere la gran festa di Valencia, illustrando un viaggio che hai fatto per conoscere la città. è corretto quanto affermiamo?

Diciamo di sì, vi racconto alcuni dettagli per farvi capire la fortuna che mi è capitata e la responsabilità che porto come personaggio fantastico nel comunicare la bellezza di una festa riconosciuta dall’Unesco “Bene culturale immateriale dell’umanità”.

Michele è colui che ha pensato e programmato il mio viaggio a Valencia, ha deciso il linguaggio e le parole che ho utilizzato nel trascorrere delle giornate e mi ha fatto incontrare personaggi piacevoli e singolari che mi hanno aiutato a vivere al meglio la festa.

Ad illustrarmi, a disegnarmi, a plasmarmi ci ha pensato Miguel Hernández, illustratore e studente delle Belle Arti di Valencia, che dopo vari incontri con Michele ha cominciato a farmi muovere per la città di Valencia, a farmi sorridere, ma soprattutto a farmi sorprendere.

Coloro invece che hanno digitalizzato, ricamato e ordinato le sequenze della mia avventura sono stati “Gonza Zhen” e “Luis Akme”. I tre artisti grafici, che fanno parte dello studio chiamato “La Coxera Estudio”, assieme al gran lavoro della tipografia “Gráfiques Maral” hanno creato fisicamente il fumetto, il prodotto editoriale che racconta la mia esperienza durante Fallas e che permette a tutti di conoscere più a fondo questa festa.

Descrivici brevemente la tua avventura a Valencia e la motivazione per cui hai scelto “culla della paella” come meta turistica.

Onestamente, devo dire che è stata una serie di coincidenze a farmi vivere questa mia prima esperienza turistica, dico “prima” perché Michele mi ha già svelato la volontà di farmi tornare a Valencia, ma non dico di più perché poi s’arrabbia. Sarà una sorpresa.

Praticamente ho ricevuto un dono dai miei genitori per aver finito il corso di studi: volo e alloggio a Valencia dal giorno 13 di marzo al giorno 20. Grazie a questo regalo ho cominciato ad informarmi riguardo la città e solo parlando con degli amici ho scoperto che visitavo Valencia nella settimana culminante della gran festa.

Sono arrivato con poche informazioni e abbastanza confuse, ma devo dire che grazie ai personaggi che ho avuto la fortuna di conoscere, alle spiegazioni che mi hanno fornito riguardo i differenti atti che compongono la festa e la possibilità di “viverla da dentro”, hanno fatto sì che ora riesca a spiegare alcune cose che prima ritenevo bizzarre e senza senso. Sono convinto che il lavoro fatto da Michele possa aiutare molte persone a comprendere e soprattutto possa aiutare il “mondo fallero” a farsi conoscere.

Perché una persona dovrebbe comprare “Piero Viajero en las Fallas de Valencia”?

Eheheh, la prima risposta è “per farmi viaggiare di più”!

A parte gli scherzi, il fumetto oltre ad essere un mezzo di comunicazione semplice e alla portata di tutti, è anche una buona fonte d’informazioni riguardo la città oltre che, logicamente, della festa. Addirittura si possono trovare aspetti delle abitudini gastronomiche locali che hanno fatto esclamare più volte i lettori, anche valenciani: “ah, questo non lo sapevo neppure io”, “veramente? Credevo fosse dovuto ad un altro motivo” oppure “la prossima volta ci provo anche io”. Il comic lo si può trovare in castigliano, italiano ed inglese e questo permette di far conoscere la festa Fallas ad un numero maggiore di persone.

Questo per dire che il fumetto può essere letto da tutti, da chi non conosce assolutamente nulla dell’argomento Fallas a chi la festa la vive da dentro. Alcune scuole di lingua lo utilizzano come materiale didattico per studiare lo spagnolo, unendo cosi all’apprendimento linguistico il racconto aspetti reali della società valenciana. Molti hotel lo propongono ai clienti per fornire loro un mezzo simpatico per conoscere Valencia e il suo gran motore economico. Le stesse associazioni della festa Fallas lo danno ai propri associati affinché lo regalino agli amici che non conoscono ancora la festa.

Non perché io sia il protagonista fantasioso della storia raccontata, però consiglio a tutti di leggere il fumetto perché è una buona fonte d’informazioni e di spunti interessanti per vivere al meglio la città di Valencia. Lo suggerisco anche perché dietro il lavoro editoriale ed informativo esiste un progetto molto più amplio ed interessante.

Un progetto alle spalle del fumetto? Di che cosa stai parlando, puoi spiegarcelo meglio?

Molto volentieri. “Piero viajero en las fallas de Valencia” non è solamente un prodotto editoriale, ma anche un’iniziativa etica e impegnata nella promozione del turismo locale. Per questo motivo, Michele, ha pensato di devolvere una percentuale delle entrate ad associazioni locali senza scopo di lucro che lavorano con bambini con difficoltà fisiche o psicologiche. Condivido pienamente l’idea di Michele, perché è possibile aiutare chi ha più bisogno facendo ciò che più piace: nel caso della mia storia, dare informazioni utili alla gente.
Un’altra percentuale delle entrate, Michele vuole dedicarla all’organizzazione di viaggi in Italia, nei quali, non solo avremmo la possibilità di degustare prodotti tipici locali e vedere centri storici e monumenti di rilievo, bensì di pianificare appuntamenti con le amministrazioni pubbliche locali e la stampa per pubblicizzare le caratteristiche della festa valenciana per antonomasia. Quest’ultimo aspetto nasce perché molte volte si conoscono altre feste della Comunità Valenciana e non la festa più grande, la più colorata. Potete trovare maggiori informazioni seguendo il sito web turismoeticovalencia.com e anche le pagine che parlano di me e del progetto in pieroviajero.com

Dove troviamo la tua storia? dove possiamo comprare “Piero viajero en las fallas de Valencia”?

Il fumetto lo si può conseguire in diversi punti dislocati nella città di Valencia. Si trova negli uffici dell’Ente Turismo Valencia, in alcune librerie e chioschi, in vari hotel ed in molti locali. Conviene consultare questo sito web per avere una lista aggiornata dei luoghi dov’è possibile trovare il fumetto. Altrimenti contattate direttamente Michele scrivendo all’indirizzo turismoeticovalencia@gmail.com, tramite whatsapp al numero +34644400075  oppure scrivendo tramite gli account dei social associati al progetto. Se lavorate in una scuola di lingue, agenzie di viaggio o qualsiasi altra azienda dove potrebbe essere interessante la mia presenza, contattate Michele e parlate delle vostre idee con lui.

Ci ha fatto molto piacere conoscerti e promettiamo di richiamarti non appena Michele avrà la possibilità di farti viaggiare ancora. Possiamo aiutarti in qualche modo?

Speriamo che accada presto, visto che mi piacerebbe ritornare a Valencia per ritrovare gli amici che ho conosciuto, soprattutto Almudena e Amparín, e visitare ciò che non ho visto. Proverò a convincere Michele ad accelerare la scrittura di una nuova storia, visto che mi deve un favore.

In che senso? Che cosa ha combinato Michele?

Eheheh! Ha deciso di utilizzarmi come riferimento gastronomico per la gente che visita Valencia, logicamente anche per chi nella città ci vive. Vi spiego meglio. Michele ha creato un sito web con il quale vuole consigliare un limitato numero di ristoranti a coloro che si trovano a Valencia e che hanno la necessità di soddisfare le loro esigenze gastronomiche oppure sono curiosi di mangiare in locali frequentati normalmente dai nativi. Una serie di locali che rispettano la relazione qualità/prezzo e che spesso sono fuori dal “giro turistico”. Potete visualizzare i suoi consigli nel sito web www.restaurantes-valencia.com.

Non dimenticate di dire, nel momento della prenotazione di un tavolo o al momento dell’accoglienza, di essere stati consigliati da Piero Viajero:

“Ci manda Piero Viajero”
o
“Ci ha raccomandato Piero Viajero”

Vi garantirá un occhio di riguardo in più nella vostra esperienza nel locale!

Per questo motivo Michele mi deve un favore!

Mi avete chiesto in quale modo potete aiutarmi, semplicemente facendomi conoscere a più persone possibili, seguendo i social network. Quando acquistate il fumetto, scattate una foto e caricatela su facebook o instagram con hashtag #pieroviajero o il tag @pieroviajero. Partecipate al sorteggio per viaggiare in Italia con il codice che trovate all’interno dell’edizione del fumetto in spagnolo, seguite le istruzioni e buona fortuna.

Vi ringrazio della chiacchierata e vi saluto come dice sempre Michele “Aiutateci ad aiutare!”

VUOI FAR ARRIVARE IL FUMETTO IN ITALIA?

Ottimizza il costo dell'invio:
Due copie nella lingua che desideri + invio

Possibilità di conoscere a fondo una gran festa, una gran tradizione della città di Valencia. Un fumetto che diventa un gran regalo per amici e parenti, e che permette di praticare la lingua spagnola se il desiderio è leggerlo in castigliano.

PIERO VIAJERO

Embajador Gastronómico

Hemos decidido utilizar este personaje como método de comunicación entre los clientes y las gestiones de los restaurantes.

PROGRAMA FALLAS 2019

Toda la información para poder seguir los eventos del programa las Fallas de Valencia

El programa de los eventos de las Fallas 2019 nos permite conocer el calendario de los actos organizado por la Junta central Fallera de Valencia. Horarios y lugares de los eventos falleros principales de la fiesta las Fallas de Valencia abiertos a todo tipo de publico.

¿CONOCES A PIERO VIAJERO?

El protagonista del primer cómic sobre las Fallas de Valencia

... EN LAS FALLAS DE VALENCIA

El cómic “Piero Viajero en las Fallas de Valencia” es capaz de describir la fiesta en todas sus partes, desde su origen hasta el conjunto de los actos oficiales que marcan los días festivos. En este holismo descriptivo no faltarán las menciones a la tradición gastronómica autóctona, así como a los edificios históricos de la ciudad.

Portada Piero viajero en Las Fallas de Valencia
Chiudi il menu